>Con Andria e con il Sud liberato dai "liberatori"

>Mi sento anch’io un cittadino di Andria, città ricca di storia e di civiltà.
Non posso che augurarmi che tutte le città e le contrade del Sud ne seguano l’esempio (e l’esempio di Civitella del Tronto, di Gaeta, di Messina, di Laurìa, di San Nicola la Strada, ecc. ecc.) e si liberino pacificamente dall’attuale condizione di servitù culturale, oltre che politica ed economica, dovuta più ai sedicenti “liberatori esterni”, che ai parassitari e squallidi baroni locali.

(da www.andrialive.it del 26.3.2007)
Ricordare dignitosamente il 23 marzo 1799

La IV consulta dei cittadini chiede che venga apposta in Piazza Catuma una targa commemorativa dei martiri del 23 marzo 1799

La IV^ Consulta dei Cittadini, nonché la Associazione “Cittadini di Andria”, che si occupa, tra l’altro, della tutela dei beni culturali e del nostro Ambiente, rendono pubblica la decisione, relativa alla apposizione in piazza Catuma – c/o la erigenda fontana – di una targa commemorativa a ricordo dei martiri andriesi, sopraffatti il sabato santo 23 marzo 1799, dalla barbarie francese che, pretendendo all’apparenza di portare i principi della Rivoluzione Francese, di fatto manifestò la voglia feroce di razziare, distruggere e violentare.

E così avvenne. Furono distrutte vite umane (circa 658 concittadini, di cui una cinquantina di preti), furono incendiate case, furono bruciati tutti i nostri documenti fino ad allora esistenti, furono violate le nostre donne e finanche le nostre suore.

Nell’immaginario collettivo, chi combatte per la difesa della propria terra è considerato un eroe: così è avvenuto per i molti personaggi del nostro Risorgimento (i cittadini di Andria, però, devono prendere coscienza che il risorgimento altro non fu che la continuazione e il compimento della finta “liberazione francese”, che qui stanno denunciando n.d.r.), dei cui nomi sono piene le nostre strade; così è avvenuto per i martiri della nostra guerra di liberazione.

I nostri martiri, invece, hanno ancora una “illagrimata sepoltura”, come direbbe Foscolo: non un rito funebre od una cerimonia commemorativa, consacrando alla storia la duplice infamia di chi sopraffece (compreso chi, di nostrana origine, aiutò a sopraffare…) e di chi oggi – in qualunque modo -dimentica il sacrificio di coloro che diedero la vita, sia per respingere quello che era, a tutti gli effetti un invasore, che per salvaguardare i valori cristiani, contro l’imposto anticlericalismo.

Abbiamo definito “fatidica” tale data, e proprio in tal senso, ricorre in questi giorni il cinquantenario della firma del Trattato di Roma, con cui si poneva inizio all’Europa: un segno del destino!

Nell’arco di due soli secoli, si è passati dagli ideali illuministici di uguaglianza degli uomini, all’ideale europeo di uguaglianza dei popoli.

Ecco che cosa ci consegna oggi la data del 23 marzo.

La targa commemorativa di cui si chiede la esposizione, avrà, quindi una forte valenza culturale e storica, costituirà maggiormente un momento di aggregazione ed identità cittadine nel ricordo del passato; ed anche perché gli uomini, sempre pronti a sopraffarsi, comprendano una buona volta gli insegnamenti della Storia.

Accanto ai bronzetti che si stanno per esporre sulla fontana – od in loro alternativa -, noi invece, chiediamo di esporre la nostra stessa essenza dell’essere cittadini andriesi, tra passato e futuro, il ricordo del nostro esserci opposti all’invasore!

I bronzetti potranno ben essere esposti altrove, perché di molto inferiore contenuto culturale e storico.

Explore posts in the same categories: Storia, sud liberato

One Comment su “>Con Andria e con il Sud liberato dai "liberatori"”

  1. savino Says:

    >Ma guarda che comunque gli andriesi fanno schifo e te lo dice un andriese puro come me


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: