>Rilasciati gratuitamente i 15 soldati britannici

>E’ inutile usare mezzi termini: l’Iran in questi giorni ha dato una grande lezione di stile a Gran Bretagna e Usa e a tutto l’isterico Occidente.

Nel frattempo, è da poco uscito nelle sale il film “300” di Zack Snyder, sulla battaglia di Salamina tra Greci e Persiani. Operazione vergognosamente propagandistica per incitare l’Occidente all’odio verso l’Iran e tutto il mondo arabo, e ben diversa da quella tragedia (“I Persiani”) che il greco Eschilo scrisse per CELEBRARE gli avversari persiani sconfitti. Ben diversa…

In questa operazione propagandistica, inoltre, c’è un non so che di ridicolo e patetico, sottolineato dall’odierna liberazione di ostaggi voluta da Ahmadinejad: e cioè che il cattivo re persiano Serse del film, invece che al presidente iraniano, assomiglia tanto all’ “occidentale” Bush…

Annunci
Explore posts in the same categories: medioriente, riflessioni

2 commenti su “>Rilasciati gratuitamente i 15 soldati britannici”

  1. Matteo Says:

    >io trovo le accuse che fai a 300 abbastanza ingiuste. Conta che il film è tratto (praticamente pari-pari) da un fumetto uscito nel ’98 o ’99…Sicuramente nel film, come nel fumetto, è accentuato il conflitto tra oriente e occidente, ma io non vedo altro modo di rappresentare una battaglia di simili proporzioni.Se mi permetti, anche il riferimento a Eschilo mi pare un pò azzardato… Eschilo non “celebra” certo gli sconfitti, bensì li rappresenta come sottomessi ad una legge divina alla quale ogni uomo deve sottostare.A presto comunque.. ciao!


  2. >Ciao matteo,grazie per la tua precisazione sul fumetto da cui è tratto il film, che però a mio parere rimane strumentale all’indottrinamento di massa all’odio verso l’Oriente.”Eschilo non “celebra” certo gli sconfitti, bensì li rappresenta come sottomessi ad una legge divina alla quale ogni uomo deve sottostare”Beh, ammettere che ogni uomo, sia esso persiano o greco o ebreo o indiano è sottomesso alla medesima legge divina sarebbe per la nostra sedicente cultura occidentale già un grande passo in avanti.Comunque, Eschilo non celebrerà gli avversari, ma gli spettatori di fatto piangono assieme alla regina persiana Atossa. Allora correggo: non è celebrazione, ma compassione.Saluti,GF


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: