>ROSSI SBANDA SUL FISCO

>

Lo schifo che provo per questa persona da quando ho saputo della sua condotta delinquenziale in sede di dichiarazione dei redditi è indicibile.
E’ per colpa di gentaglia come questa che l’ Italia e i suoi abitanti non possono godere di un tenore di vita in linea con quello dei cittadini di altre nazioni occidentali.
Dichiarare 500 euro è stomachevole!
Purtroppo ho gioito alle vittorie di costui, gioierò ancora di più d’ora in poi per le sue sconfitte.
FORZA STONER! FORZA DUCATI!

.In seguito ai controlli effettuati l’Agenzia delle entrate ha rilevato, per gli anni 2000-2004 un’evasione da 60 milioni di euro di imponibile non dichiarato dal 2000 al 2004. Per tale motivo (a parte le sanzioni di carattere penale per l’omissione di dichiarazione di un importo superiore ai 75 mila euro) rischia una multa fino a 100 milioni. Il centauro ha ricevuto un accertamento milionario dall’ufficio di Pesaro dell’Agenzia. E dato l’importo molto elevato scatterà, con tutta probabilità, una denuncia alla magistratura per il reato di omessa dichiarazione. Nel 2002, ad esempio, il campione avrebbe dichiarato nel modello 730 appena 500 euro. Peraltro di redditi da fabbricati.
MAXI SANZIONE – Da un reddito imponibile di 60 milioni l’imposta non pagata ammonterebbe invece a circa 25 milioni, più gli interessi di mora. La sanzione applicata varia da 2 a 4 volte l’imposta evasa: in questo caso, arriverebbe ai 100 milioni. Anche se, alcuni tributaristi sostengono che nel 90% dei casi e più, i contribuenti «pizzicati» dal fisco preferiscono patteggiare avvantaggiandosi così di sanzioni che vengono ridotte anche di un terzo.
GUAI COL FISCO – Le disgrazie fiscali di Rossi nascono con la sua decisione di trasferire la residenza in Gran Bretagna il 15 marzo del 2000. La ricostruzione effettuata sulla base delle indagini condotte dall’ufficio di Pesaro dell’Agenzia, in collaborazione con la direzione regionale delle Marche e la Direzione centrale accertamento, avrebbe certificato che Rossi in questi anni, e più precisamente dal 6 aprile 2000, ha presentato le dichiarazioni tributarie in Inghilterra, ma per cifre irrisorie, attestando di essere residente ma non domiciliato. Una situazione che gli ha permesso di usufruire del peculiare regime dei «resident but not domicilied» che consente al contribuente di dichiarare solo i redditi prodotti in Inghilterra.
LA DICHIARAZIONE – In questi anni, quindi, Rossi avrebbe dichiarato in Italia i soli redditi di fabbricati e in Inghilterra i redditi prodotti nell’isola, cioè quasi nulla. Scomparse, invece, le ricche sponsorizzazioni e il contratto con la Yamaha, la società per cui corre. I consulenti fiscali di Rossi avrebbero comunque cercato di sviare gli 007 del fisco costituendo una seria di società estere alle quali sono stati intestati i vari contratti delle sponsorizzazioni. Tuttavia l’Agenzia delle entrate avrebbe ricostruito tutti i passaggi che hanno portato alla nascita di società a cui sono intestati i vari contratti degli sponsor con sedi di volta in volta a Dublino, Londra o altri paesi. Dalla ricostruzione dell’Agenzia delle entrate sarebbe emerso che, oltre ad avere in Italia la sede principale degli affari e interessi economici, Rossi ha mantenuto un solido legame «di natura sociale e familiare». Il meccanismo ideato dai consulenti fiscali avrebbe dovuto garantire vacanze tranquille al campione, ma cosi non è stato. La mattina dello scorso 3 agosto i funzionari dell’Agenzia delle entrate hanno notificato a Rossi, nei pressi della sua abitazione di Tavullia (Pesaro Urbino) l’accertamento per il quinquennio, suddiviso per anno d’imposta.
Explore posts in the same categories: Evasione fiscale, Valentino Rossi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: