>ALICe SBARCA A CONDOFURI

>

Articolo pubblicato su Calabria Ora del 28/08/2007

L’associazione italiana per la lotta all’ictus cerebrale ONLUS(ALICe) ha organizzato una giornata di sensibilizzazione al tema in riva al mare, grazie alla collaborazione del locale “Sole Nero”.
La dottoressa Antonia Nucera, della Stroke Unit dell’Arcispedale Santa Nuova di Reggio Emilia che presiede la sezione dell’ Emilia Romagna dell’associazione, è nativa di Condofuri e spiega il senso della iniziativa.
“Due casi di ictus su tre potrebbero essere evitati se la prevenzione e le cure fossero praticate in modo adeguato. Lo scopo dell’associazione è, prima di tutto, divulgare tutte le informazioni utili a riconoscere tempestivamente le manifestazioni della malattia e le condizioni che la favoriscono, a tal proposito invito a visitare il sito http://www.aliceitalia.org/. per riconoscere i sintomi della malattia. Altro punto che sta a cuore all’associazione è la realizzazione centri specializzati, ovunque nella cura dell’ictus cerebrale”.
“A tal proposito la mia esperienza”- continua la dottoressa Nucera “- mi fa dire che, mentre in alcune regioni , come l’ Emilia Romagna, si è all’avanguardia in questo campo, in altre , come la Calabria,siamo all’anno zero. Eppure l’applicazione di questi programmi farebbe risparmiare immense somme di denaro”..
“Si lavora per una presenza stabile dell’associazione a Condofuri.” conclude Antonia Nucera
La giornata di sensibilizzazione ha avuto un ottimo successo, nonostante la scarsa pubblicità che l’ha preceduta: 96 persone hanno eseguito lo screening per il rischio cardio-vascolare e cerebrale, attraverso il controllo dei livelli di glicemia, colesterolo e pressione arteriosa. e sono stati eseguiti 75 Doppler TSA con riscontro di 3 stenosi carotidee critiche
L’ iniziativa è stata resa possibile dalla collaborazione di : Nucera Gabriella, Gabriella Torre , Micheletta Lorenzo, Pasquale Paone.e dalla sensibilità del Sig. Nuccio La Rosa responsabile d’area per la regione Calabria della Ditta ESAOTE ,leader nel campo degli Ecografi, il quale ha permesso l’utilizzo della macchina per il doppler, per l’intera giornata

Explore posts in the same categories: Antonia Nucera, Ictus cerebrale, prevenzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: