>PUTIN E BERLUSCONI GIA’ AL LAVORO

>Il comitato siciliano dei Comitati Due Sicilie è da mesi che si rende autore di numerosi articoli in cui si formulano , con largo anticipo, ipotesi che poi trovano puntuale riscontro nella realtà.
Vale la pena leggerli e seguirli nel loro sito www.comitatosiciliano.org

Il leader del PDL non ha ancora finito di festeggiare l’elezione, che si è già incontrato in Sardegna, con il presidente russo Vladimir Putin.
I nostri lettori, soprattutto quelli che ci leggono da più tempo, avranno già capito quali saranno i temi principali dell’incontro, soprattutto se hanno già saputo che il presidente russo si trovava su un volo proveniente da Tripoli…
Putin, guardacaso, è stato anche il primo a congratularsi con Berlusconi per la vittoria alle elezioni, come ci racconta questa agenzia de Il Tempo, mentre quest’altra, che proviene dalle colonne de Il Quotidiano Nazionale, conferma quanto pre-annunciato nel nostro editoriale “Vicino l’accordo Gheddafi-Putin, per l’hub del gas è quasi fatta” infatti i due presidenti parleranno del gasdotto Green-Stream, da cui passa il gas libico, via Sicilia.
Tale gasdotto, rappresentava l’anello mancante dell’ “HUB del GAS del Sud Italia”, progetto che sul nostro sito ha da sempre largo spazio e che ancora pochissimi hanno realizzato, ma che rappresenta la vera novità nel panorama economico dell’Italia meridionale, ma anche dell’area Euro-Mediterranea.
La linea rossa rappresenta la pipeline “Soutshtream”, che partendo da Novorossyisk, porto russo sul Mar Nero, transiterà da Bulgaria e Grecia per approdare ad Otranto(LE)
Gli accordi relativi al transito del metano sono stati a suo tempo conclusi con Sofia[1] ed Atene[2].
Inoltre è probabile che Silvio Berlusconi sarà nominato dai russi, presidente del consorzio Southstream[3].
La linea blu rappresenta la pipeline “Transmed” che convoglia il gas algerino in una conduttura che attraversa la Tunisia, si inabissa nel Canale di Sicilia per riemergere a Mazara del Vallo(TP)
Anche in questo caso esistono dei recenti accordi tra la società russa Gazprom e la Sonatrach Algerina[4].
La linea verde rappresenta la pipeline “Greenstream” che porta il metano libico a Gela, in Sicilia e per il quale Putin ha da poco siglato l’accordo con Gheddafi e con l’ENI.
Ci auguriamo che Putin, Berlusconi e Raffaele Lombardo, sappiano sfruttare appieno questa opportunità, che consentirà alle Due Sicilie di diventare il punto di riferimento mediterraneo per l’importazione del gas ed il rifornimento strategico dell’Europa, operazione che ridarà alle nostre regioni meridionali parte di quel prestigio internazionale (ma anche di ricchezze) di cui godevano i nostri antenati, al tempo del Regno delle Due Sicilie.
Ed adesso sotto con il “Polo logistico delle merci del Sud Italia”, che ha già il suo Terminal a Gioia Tauro (RC) e grazie al quale, diventeremo il rubinetto, il passaggio obbligatorio, di tutti i prodotti che dalla Cina arrivano in Europa.

IL COMITATO

1) La Repubblica 18 gennaio 2008

2) La Repubblica 18 dicembre 2007

3) Agenzia Apcom 23 novembre 2007

4) La Repubblica 8 agosto 2006

Explore posts in the same categories: Comitati due Sicilie, Comitato Siciliano, Silvio Berlusconi, Vladimir Putin

One Comment su “>PUTIN E BERLUSCONI GIA’ AL LAVORO”

  1. BlogMasterPg Says:

    >Spero che ormai avrai imparato a ‘postare’ queste interessanti notizie sui vari ‘Social Bookmarks’, tipo Ok Notizie, Segnalo, Diggita ecc. ecc., altrimenti sono tutte informazioni che andranno ssprecate nella rete… Max


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: