>BOVA SUPERIORE(RC) PRESENTAZIONE DEL LIBRO "CE L’ HO FATTA!"

>

“Da questa piazza da piccolo venivo ad ascoltare i racconti degli anziani, oggi sono io a raccontare a tutti voi la mia vita”

Questa frase dell’ ispettore superiore a riposo del Corpo Forestale dello Stato Leone Casile riassume il senso della serata di cultura vissuta a Bova superiore in occasione della presentazione del suo libro “Ce l’ ho fatta!”.alla presenza del professor Pasquino Crupi, del comandante regionale del Corpo Forestale dello Stato Ingegnere Vincenzo Caracciolo, del presidente del Parco dell’Aspromonte Leo Autelitano e dei sindaci di Bova Superiore , Condofuri e Bagaladi.
Il libro è l’ imponente racconto di quarant’anni di vita all’ interno del Corpo Forestale di un ragazzo di Bova , il quale, in maniera particolareggiata, racconta la sua esperienza professionale vissuta in vari comandi stazioni di frontiera nelle zone più interne della provincia reggina, tra cui Platì. San Luca.
Il lettore potrà avere visione di un ruolo, quello dell’ agente forestale, nel suo divenire da un’epoca nella quale egli, spesso, era l’ unica presenza dello Stato in lande isolate in un’altra nella quale svolge il moderno ruolo di poliziotto ambientale.
Molto spesso per intere popolazioni, le pattuglie del Corpo Forestale hanno rappresentato l’ unico segno tangibile di uno Stato lontano e l’agente forestale ha interpretato il suo ruolo cercando di istaurare un rapporto proficuo di collaborazione con la popolazione per rispondere al fine istituzionale del corpo di salvaguardare il Bosco e la Montagna.
Oggi , purtroppo, quel ruolo si è perso per i mutamenti imposti dalla legge di riordino del 2004, am il libro può essere utile strumento per tornare allo spirito di un ruolo antico del Corpo Forestale, ma allo stesso tempo moderno, poiché la collaborazione e l’ interazione con la popolazione è la via più sicura per rispondere efficacemente alla domanda di salvaguardia che si richiede per il territorio montano in senso lato.
Il libro di Leone Casile è tutto questo. La storia di uno e , al tempo stesso, tutti i protettori della montagna che hanno fatto sempre fino in fondo il loro dovere nell’ interesse primario della loro amministrazione.  

Explore posts in the same categories: Bova superiore, Leone Casile, libro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: