>L’UOMO SPEZZATO

>

Un bellissimo commento di chicchina merita, a mio giudizio, di essere messo in home page.
Esso vale da solo più di tutti i fiumi di inchiostro inutile che i filoborbonici possano mai produrre, e da voce alla mia anima di “Uomo Spezzato”in un momento in cui sto, seriamente, maturando l’ idea e il progetto di abbandonare definitivamente la Calabria, poiché in essa non c’è spazio per chi voglia costruirsi un futuro in modo onesto e indipendente da una qualsiasi tipo di consorteria.
In una mattinata in cui circa 400 politici calabresi sono indagati per il mancato utilizzo di beni confiscati l’amarezza è ancora più forte.
Cosa può sapere di questo un sedicente filoborbonico, che mangia e si ingrassa nel Nord che tanto odia?..
.niente!


Torno oggi dalla Calabria,è una malattia che mi porto appresso,ma ogni volta torno con una riflessione negativa in più:ottimo articolo ottime considerazioni,ma sembrano discorsi fra sordi,perchè chi non ci vuole sentire,non ci sente.E non sono i politici ad essere incriminati,quelli purtroppo fanno il loro mestiere di venditori di fumo e promesse e raccattatori di voti.Mi rivolgo ai pochi o molti uomini di idee,capaci di creatività,di progetti,ai pochi o molti imprenditori con il coraggio di investire, credendoci, in questi progetti,capaci di interpretare leggi e disposizioni,di utilizzare disponibilità e risorse umane,nel segno del cambiamento,senza chiedere elemosine,ma utilizzando quanto le leggi prevedono,e nel rispetto di queste
leggi,innanzitutto.
Vedo,ogni volta che arrivo nella mia terra,desolazione,noia,sfiducia,e sempre il maledetto tentativo di scavalcare qualcuno,con l’aiuto del piccolo e sempre più anacronistico potentello di turno,per una pensione non dovuta,una malattia ineseistente,un riconoscimento illegale di qualcosa.Ho sentito di quotazioni ufficiali per certificati fasulli,riconoscimenti improbabili,tanto con qualche anno di pensione si rientra dalle spese!Quale la spinta ad interessarsi attivamente del proprio territorio? quale il desiderio di ritrovare la dignità di un lavoro ben fatto e giustamente remunerato?Mi scuso per lo sfogo ma oggi non avrei potuto dire altro.

Explore posts in the same categories: Calabria, disastro, riflessioni

3 commenti su “>L’UOMO SPEZZATO”

  1. chicchina Says:

    >Ringrazio per il rilievo dato al mio commento,non speravo tanto,in verità.Riporterò tutto sul mio blogghettino,assieme ovviamente al link del tuo sito.Dò del tu perchè mi dicono che usa così,in blogolandia,ed anche perchè mi voglio autogiustificare con il privileggio della mia non più verde età.Fa piacere trovare persone preparate e con le idee chiare,poter parlare con serenità e competenza di argomenti non facili e scontati.Ma non lasciarti trascinare dagli eventi,non si lascia la prpria terra quando si crede,e tu ci credi,che qualcosa può cambiare,nonostante tutto.Io sono partita,migrante,come usa dire adesso,i primi anni sessanta,ma i tempi erano diversi..Un cordialissimo in bocca al lupo per l’ottimo lavoro fatto anche così,attraverso la rete.


  2. >Ciao. Certo che la nostra Calabria ha tanti problemi, e parlarne è giusto. Ma a volte forse sarebbe meglio parlare di meno e fare di più. Intanto si può cercare di risollevare l’opinione miserevole che si ha in giro di noi. Se ti va, dai un’occhiata al mio ultimo post: di noi calabresi si conoscono solo i lati deteriori..cerchiamo di portare alla luce anche le cose belle!Ciao🙂

  3. rosy Says:

    >brava a chicchina per il suo commento, giustamente messo in risalto.Ciao chicchina.Parlare è importnte, è l’unico veicolo democratico che possiamo sfruttare.Passare dalle parole ai fatti, non solo ci vorrebbe coraggio..sopratutto più sensibilità da parte di tutti.Il divario–nord e sud è la nostra condanna.Una condanna che si potrebbe rivoltare, solo con il coraggio… parlare di coraggio vuol dire sopratutto lotta..e oggi sono pochi ad aver voglia di lottare.Magari noi che abbiamo una certa età vediamo il problema molto diverso…lo vediamo per quello che è…anche perchè sono anni che subiamo…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: