>Calabria:i ministri ci sono…arriveranno i fatti?

>
Sono prudentemente soddisfatto.
Se provassi a visionare l’archivio di questo blog, troverei che quasi la totalita’ dei post siano l’espressione dei miei sentimenti di delusione, scoramento e rassegnazione sul tipo di attenzione riservata dagli organi di governo centrale alla Calabria.
Da qualche settimana, dopo la bomba al tribunale di Reggio Calabria e i fatti di Rosarno, il governo Berlusconi e’ presente a Reggio Calabria con i ministri della Giustizia e dehli Interni.Oggi c’e’ pure il Presidente della Repubblica, per cui la presenza fisica e visibile dello Stato e del governo c’e’ e la Calabria e i suoi mille problemi sono stati messi al centro dell’agenda di governo e dell’attenzione dell’intera Nazione.
Risultato positivo, se penso al silenzio, che,in genere, avvolge i fatti di Calabria, i quali non provocano alcun tipo di sentimento nella gente o di interesse nei media.
Eppure, negli ultimi mesi, non sono mancati i fatti che avrebbero meritato la ribalta nazionale: i diciottenni di calabria uccisi ferocemente, ad esempio,oppure, le tanti morti per i servizi sanitari da terzo mondo nonostante i milioni di debito accumulati,o, ancora, le minacce e attentati a professionisti, amministratori e l’elenco potrebbe continuare.
Spero solo che non sia solo facciata questa massiccia presenza del governo a Reggio Calabria e che ai proclami seguano i fatti, ma in tempi grami il poco basta e la presenza fisica dei ministri,per quanto rappresenti solo un granellino di sabbia nel mare del bisogno calabrese, mi porta ad essere fiducioso sul fatto che l’andazzo degli eventi in Calabria possa cambiare.
E’ un segno.
Necessario perche’ a Rosarno si e’ visto che lo Stato non esercita un minimo di autorita’ e controllo in quei territori, difficile da realizzare se la popolazione non collabora con le forze dell’ordine e scende in piazza, non contro i soprusi della Ndrangheta, ma contro gli extracomuniatri, i quali si ribellano stanchi di essere trattati come bestie, pur essendo indispensabili per l’economia del territorio.
Un segno la presenza fisica dei ministri, dicevo.
Necessario, ma certo non sufficiente.

Explore posts in the same categories: extracomunitari, governo del territorio, ministri, Ndrangheta, reggio calabria stato, Rosarno

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: