>Ai margini di Ustica di Enrico Brogneri

>

Ripropongo un post dello scorso anno, che ritengo meritevole di proporre all’attenzione dei lettori del portale net1news, cui questo blog aderisce.

Enrico Brogneri è un avvocato di Catanzaro, il quale la notte del 27/06/1980,ebbe , “per un caso fortuito la possibilità di vedere in modo nitido un aereo mentre a fari spenti e silenziosamente sorvolava la città di Catanzaro, quasi planando ad una quota tanto bassa da lasciarmi attonito per lo stupore”.Era la notte in cui precipito’ il DC9 ITAVIA, al largo dell’isola di Ustica.
“Ai margini di Ustica” è un libro scritto da Brogneri per raccontare la sua vicenda di “unico testimone oculare” del caso Ustica,cosi’ come è stato definito nel libro “Il quinto scenario” di Claudio Gatti e Gail Hammer.

“Capita a volte che qualcuno si trovi al centro di una grande storia senza saperlo e che un bel giorno, prendendone coscienza, decida di mettere ordine a ciò che resta dei suoi ricordi” puntualizza l’autore all’ inizio del suo lavoro. Ed è questo il tema conduttore dell’opera: per caso un cittadino assiste ad un evento straordinario, con il passare del tempo si rende conto che esso può avere un valore decisivo per chiarire gli aspetti di un fatto di cronaca di straordinaria gravità, la tragedia del DC9 Itavia, e tenta di proporre il suo contributo agli organi inquirenti della magistratura, alla stampa, alla pubblica opinione. Addirittura, egli stesso sente il bisogno di svolgere, nei limiti delle sue possibilità, delle investigazioni personali.
La molla dell’agire di Enrico Brogneri fu la notizia del ritrovamento il 18 luglio del 1980, del rottame di un mig libico in un paese della Sila calabrese, da una parte, e l’assoluta certezza che quello che vide la sera del 27 giugno 1980, venti minuti dopo l’ora in cui il tracciato del DC9 ITAVIA scomparve dai radar, era la sagoma di un aereo militare del tutto simile ad un mig, il quale volava quasi radente e a fari spenti su una zona ad alta densità abitativa, dall’altra.
L’ampio materiale giornalistico, narrativo e investigativo sui presunti tentativi di depistaggio messi in atto da personale militare per impedire l’accertamento di ciò che accadde in quella maledetta notte sui cieli di Ustica, hanno portato l’avvocato Brogneri a contattare giornalisti e i magistrati, che si sono occupati della vicenda. Da questa serie di contatti è derivata una lunga attività volta a dare la giusta collocazione di quanto visto la sera del 27 giugno sui cieli di Catanzaro nei vari scenari che relativamente alla strage di Ustica sono stati proposti per dare una spiegazione a ciò che è accaduto in realtà, dato che ad oggi,al riguardo non esiste, effettivamente,alcuna certezza.
E se è uscito un libro della Rizzoli intitolato “il quinto scenario”, l’avvocato Brogneri giunge ad ipotizzarne un sesto scenario plausibilissimo , e, talmente sconcertante, da dare giustificazione della attività di depistaggio posta in essere con impegno e solerzia vari attori. Se analogo impegno fosse stato messo, fa capire l’autore de “Ai margini di Ustica”, per ricercare la verità dei fatti per dovere verso i familiari e le povere vittime, non sarebbe passsato molto tempo per raggiungere lo scopo.
Ad un certo punto della vicenda l’avvocato Brogneri ha deciso di mettere su carta la sua esperienza e il risultato è stato un manoscritto mandato a molti editori, per una eventuale sua pubblicazione, “non per trarne un vantaggio economico o un momento di ribalta mediatica”- puntualizza l’autore-” quanto per rispodere ad un dovere morale verso le vittime di quella tragedia, le quali non sono state rispettate nemmeno dopo la morte, pedine di secondo piano in strategie segrete che hanno coinvolto vari soggetti a livello internazionale.
La risposta dei vari editori è stata negativa nonostante giudizi positivi sulla qualità dello scritto: come ad esempio quello di Longanesi e C.(riportata nella copertina del libro) e che recita così: “rispondere, senza possibile di appello e col minore numero possibile di parole per non restare invischiati dal tenacissimo entusiasmo dell’autore, che la proposta non può rientrare nei nostri programmi editoriali.Altrimenti si potrebbe offrire all’autore du comprare il testo…”.
Brogneri ipotizza che il motivo del rifiuto sia stata la “scomodita” del contenuto, per cui alla fine ha deciso di curarne egli stesso la pubblicazione e la distribuzione girando l’ Italia in camper tutta un’estate alla ricerca di librerie disposte a vendere il volume.
La risposta del pubblico è stata positiva laddove il libro è risultato reperibile, al punto da meritarsi recensione positive da parte di alcuni quotidiani.
Esiste anche un secondo volume del libro nel quale l’avvocato Brogneri dà conto della sua esperienza di testimone ad un processo contro alcuni esponenti dell’Aeronautica militare accusati di attività di depistaggio in merito alla strage di Ustica, nella quale è stato intimidito e fatto oggetto di falsità di gravità inaudita pur di essere messa in dubbio la sua integrità morale e credibilità come testimone.
In un paese normale le vittime della strage e il sacrosanto diritto dei familiari di sapere e avere giustizia sarebbe stata la stella polare dell’azione di tutti i soggetti dello Stato interessati alla vicenda, leggendo questo libro si ha una conferma della sensazione che un cittadino normale avverte di tamto in tanto nella vita di tutti i giorni: l’ Italia non è un Paese normale.
Un libro da leggere. Assolutamente.
Sul sito dell’autore è possibile leggere le presentazioni dei volumi “Ai margini di Ustica e “Ai Margini di Ustica 2 – In tutta omerta‘”
L’unico modo che conosco per reperire il libro è contattare direttamente l’autore:

STUDIO LEGALE BROGNERI
VIA ITALIA N. 31 88100 – CATANZARO
Telefono e Fax – 0961 746051
E-mail – brogneri@studiolegalebrogneri.it

Annunci
Explore posts in the same categories: dc9, depistaggi, Enrico Brogneri, itavia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: